Il lago di Bolsena, itinerari naturalistici!

Il lago di Bolsena, itinerari naturalistici!

A circa 40 minuti di auto dalla nostra Locanda, il meraviglioso lago di Bolsena. E’ considerato il più grande d’Europa per estensione, tra quelli di origine vulcanica, e, con le sue acque cristalline e terse, le coste sabbiose, gli splendidi promontori, gli affacci panoramici unici e tanta storia, merita senz’altro una visita!!…inoltre due piccole isole da circumnavigare, l’isola Bisentina e l’isola Martana, e un fiume emissario…tante le escursioni in battello che sono possibili con partenza dal molo di Capodimonte o di Bolsena. Le coste, i salici e i canneti, un habitat straordinario per tante specie di uccelli migratori.

Lungo le coste la sabbia, di colore nero per la sua origine vulcanica, dà origine a bellissimi contrasti e sfumature cromatiche con l’azzurro cristallino delle acque,mentre sui declini circostanti si alternano prati, orti, uliveti e vigneti, coltivazioni che discendono dai dolci pendii sino alle coste, quasi a tuffarsi in queste acque chiare e terse. Spettacolari salici e canneti, in un habitat naturale straordinariamente affascinante, dove osservare una ricca fauna locale, tra cui uccelli acquatici e migratori per gli amanti delle attività di bird watching che potranno, nel silenzio di quest’angolo di paradiso, a contatto con una natura incontaminata, scorgere splendidi aironi, che qui nidificano, ma anche morette, moriglioni, folaghe, svassi maggiori, svassi minori, garzette e tuffetti, oltre a bellissimi cigni e tante altre specie ancora, come cormorani, gabbiani, passeri.

La ricchezza faunistica di questa area si esprime in un’ampia biodiversità, rane, rospi, bisce d’acqua e testuggini, mentre abitano e popolano le acque numerose specie di pesci, alcuni autoctoni, altri introdotti dall’uomo, tra i quali ricordiamo i lucci, la tinca, le anguille, il cefalo, il pesce gatto, il coregone, il persico reale, il persico trota, la carpa, il gambero di fiume e il granchio d’acqua dolce.
Uno straordinario ecosistema lacustre, dunque, riccamente documentato nel Museo Territoriale, situato nel quartiere medievale del Castello di Bolsena, all’interno della Rocca dei Monaldeschi della Cervara.